Blog

Come sopravvivere all’isolamento del Corona Virus

Iniziamo la giornata con un programma: oggi cosa facciamo?

  1. L’importanza delle routine: manteniamo e costruiamo routine in modo da avere un ritmo di vita regolare e scandito. Decidiamo le attività della giornata e rispettiamole Stabiliamo quindi  fasce orarie (per svegliarsi, per dormire, per i pasti ,  i compiti e lo svago  da mantenere costanti in queste settimane) Costruire un ritmo permette di contenete l’ansia e la noia.
  • Igiene personale e cura della persona: indossare pigiami e “tutoni” ci fa sentire più malati, pigri e giù di corda, rendetevi  “carini” per voi stessi e per la vostra famiglia.
  • Prendiamoci cura dei nostri ambienti: avrete sicuramente armadi e  biblioteche da riordinare, garage e cantine da sistemare, approfittate e fate le pulizie approfondite che da tempo rimandate… ma non trasformatevi in Cenerentole e maniaci del pulito!
  •  Trascorrete qualche ora all’aria aperta, anche stando in casa!
    • E’ primavera ! prendetevi cura delle vostre piante sui balconi o nei giardini, aprite le finestre e fate entrare sole e luce!
  • Prediligete una cucina sana e varia: cucinate ciò che vi piace e divertitevi con i piatti della tradizione o con qualche esperimento in cucina. Mangiate molta frutta e verdura, rafforza il sistema immunitario, ed evitate di mangiare cibo spazzatura tutto il giorno.
  • Fate movimento! Tenetevi in forma utilizzandoi canali you tube per seguire qualche lezione di yoga, pilates, zumba e quant’altro vi piace.
  • La tv: non ascoltate tutti il giorno i notiziari, scegliete solo due momenti nella giornata in cui seguire le notizie,  l’esposizione continua favorisce la paura, specie la sera le cattive notizie non aiutano il sonno. Stabilite il tempo nella giornata per guardare i film, le vostre serie preferite e i programmi di vostro interesse .
  • Socializziamo! Non potersi spostare da casa non vuol dire perdere le relazioni.  Chiamiamo anche chi non sentiamo da tempo .Utilizziamo videochiamate, skype, chat e insegniamo ai più anziani.
  • Gentilezza: abbiamo bisogno di gesti gentili per far sentire le persone più vicine e per sentirci utili in questo apparente momento d inutilità.
  • Tenerezza e intimità: coccole, carezze  e intimità sviluppano endorfine! Approfittiamo di questo momento coi i nostri cari.
  • Leggiamo, studiamo e passatempi: un buon vecchio libro cartaceo o gli e-book, on line se ne trovano tanti per tutti i gusti, webinar e corsi. Eeercitiamoci con parole crociate, sudoku, scala 40 e burraco…e altri giochi da tavolo                                                
  • Focalizziamoci sul presente:  inutile contare i giorni che mancano o che sono passati, stiamo vivendo un periodo di emergenza , assumiamoci la nostra responsabilità del nostro benessere fisico e psichico.
  • Pensieri di fallimento: la paura di perdere il lavoro, le difficoltà a gestire le proprie attività… non ingigantiamo la preoccupazioni! I modelli economici  a cui siamo abituati non si applicano nell’emergenza. Rimaniamo flessibili e immaginiamo a come contribuire a un nuovo scenario collettivo.
  •  Impariamo a parlare anche di altro! La vita continua e a qualsiasi età offre un numero enorme di stimoli e di occasioni di interesse. Sta solo a noi saperli cogliere per superare brillantemente i brevi o lunghi periodi in cui siamo costretti a lasciar scorrere il tempo

Se ti senti isolato, fatichi a concentrarti, hai confusione, sei irritabile, questi sono i modi con cui la tua mente cerca di reagire allo stress.